JavaScript: strutture condizionali (switch).

Client_JS

Nella precedente lezione abbiamo visto come creare una struttura condizionale utilizzando le clausole if, else if e else, in realtà questo costrutto non è l’unico tipo di struttura di controllo disponibile in JavaScript. Infatti in questa lezione, vedremo come orientare il flusso di programma attraverso l’utilizzo del costrutto switch.

Utilizzando lo switch viene presa in esame una data variabile e vengono definiti una serie di comportamenti, definiti dal comando case, a seconda che questa abbia un determinato valore. La sintassi del costrutto switch è la seguente:

switch(variabile) { 
  
  case valore1: 
    istruzioni;
    break;

  case valore2:
    istruzioni;
    break;
  
  ...
  
  case valoreN:  
    istruzioni;
    break;

  default: 
    istruzioni;
}

Come si può notare:

  • il costrutto si apre con la parola switch seguita da una parentesi tonda, al cui interno è specificata la variabile da valutare;
  • vengono poi definiti una serie di casistiche attraverso la parola case seguita dai due punti (:), e poi da un possibile valore della variabile presa in esame;
  • all’interno di ogni blocco case sono inserite delle istruzioni al termine delle quali deve essere inserito il comando break al fine di interrompere il flusso dello switch;
  • l’ultimo blocco è contraddistinto dalla parola default seguita dai due punti (:), che definisce le istruzioni da eseguire qualora nessuno dei casi si sia verificato.

Come spero avrete capito si tratta di una sintassi che, in alcune circostanze, può essere usata in alternativa al classico if.

Vediamo qui di seguito un esempio:

// creo un oggetto data
var oggi = new Date();

// individuo il mese corrente
var mese = oggi.getMonth();

switch (mese) {
  case 0:
    alert("Gennaio");
    break;
  case 1:
    alert("Febbraio");
    break;
  case 2:
    alert("Marzo");
    break;
  case 3:
    alert("Aprile");
    break;
  case 4:
    alert("Maggio");
    break;
  case 5:
    alert("Giugno");
    break;
  case 6:
    alert("Luglio");
    break;
  case 7:
    alert("Agosto");
    break;
  case 8:
    alert("Settembre");
    break;
  case 9:
    alert("Ottobre");
    break;
  case 10:
    alert("Novembre");
    break;
  case 11:
    alert("Dicembre");
    break;
}

Come è evidente, un simile risultato si sarebbe potuto raggiungere anche utilizzando una serie di if ed else if, quindi evidentemente la scelta su quale sintassi utilizzare dipende esclusivamente dalle preferenze del programmatore.

Ed eccoci arrivati infondo ad un’altra lezione del mio corso sulla programmazione JavaScript, spero che l’articolo sia come sempre di vostro gradimento e che tutto sia stato chiaro anche in questa breve lezione, in ogni caso sapete ormai come e dove potermi contattare per qualsiasi chiarimento… Vi invito a lasciare un mi piace all’articolo se vi è piaciuto, io vi lascio qui e vi auguro un buon proseguimento, ci rivediamo al prossimo articolo, ciao! 😉

The following two tabs change content below.
Raffaele Tufano
Per avere ulteriori infomazioni riguardo l' utente, si prega di visitare la seguente pagina
Condividi

Copyright © 2016. All Rights Reserved.

Raffaele Tufano

About Raffaele Tufano

Per avere ulteriori infomazioni riguardo l' utente, si prega di visitare la seguente pagina

Lascia un commento